La storia italiana del bucalettere

gra rivadossi - produttori maniglie

La cassetta delle lettere e il bucalettere

Il bucalettere, conosciuto anche come “la buca delle lettere” è un oggetto fondamentale per la storia italiana: è nato agli inizi del 1632 per far sì che le lettere potessero circolare con maggiore facilità. A questo punto non era più necessario aspettare il corriere per spedire una lettera, ma era possibile affidarla al servizio postale ad ogni ora del giorno o della notte: così facendo, l’accesso al servizio postale non era più un privilegio legato alla condizione sociale, ma era usufruibile anche dal popolo, in questo modo iniziò una vera e propria rivoluzione sociale.

Con la nascita del Regno d’Italia l’amministrazione postale emanò alcune norme specifiche sulla struttura delle cassette postali: a quel tempo non esistevano ancora i bucalettere personali posti all’esterno delle abitazioni poiché il sistema postale era ancora agli inizi della sua evoluzione. Oggi invece possiamo affermare che la situazione è decisamente invertita: è raro trovare per strada una cassetta della posta e se esiste è obsoleta o coperta di adesivi e graffiti, invece per quanto riguarda il bucalettere personale, è impossibile trovare un’abitazione che non ne possieda una all’esterno.

L’importanza del bucalettere

Come abbiamo visto, la cassetta delle lettere ha avuto un ruolo fondamentale nella storia e anche se al giorno d’oggi non è più molto considerata come oggetto in sé, la corrispondenza per posta è ancora ampiamente utilizzata.

Sono molti gli utilizzi che si possono fare di questo mezzo di comunicazione: è possibile inviare pubblicità, comunicazioni importanti da parte di banche e aziende oppure per tornare ad un periodo più romantico, si può utilizzare ancora per spedire cartoline o lettere personali.

Il bucalettere rimane quindi un oggetto fondamentale per la vita di tutti i giorni che rappresenta un modo di comunicare di altri tempi, ma che permane come metodo significativo per rimanere in contatto o per ricevere comunicazioni importanti.

I bucalettere a firma GRA Rivadossi

Si tratta di un oggetto che i trova all’esterno dell’abitazione e proprio per questo motivo deve essere costruito seguendo rigidi criteri di realizzazione e utilizzando i migliori materiali.

GRA Rivadossi ha molto a cuore tutto ciò che riguarda i complementi d’arredo e la loro durata nel tempo, per non parlare dell’attenzione riposta nella realizzazione dei dettagli: segno distintivo della produzione dell’azienda.

Hans, Ellen, Art e Alena sono i nomi dei modelli di bucalettere presenti nella sezione “complementi d’arredo” sul sito di GRA Rivadossi.

Hans

È un bucalettere a incasso in ottone che si presenta con una forma semplice non troppo squadrata: i lati destro e sinistro sono infatti arrotondati, conferendo così una linea morbida ed elegante.

Questo modello possiede anche uno sportello richiudibile, che protegge la corrispondenza dagli eventuali agenti atmosferici, salvaguardandola dalle numerose intemperie quali pioggia, neve, grandine e perché no, anche dalle alte temperature estive.

Art

Il modello Art è gemello del bucalettere Hans, progettato con la medesima morbidezza estetica, ma che differisce dal “fratello” per l’assenza dello sportello richiudibile.

Nel caso la vostra abitazione fosse dotata di un tettuccio posto all’ingresso, potreste optare per una soluzione diversa, per esempio il modello “Art” che ha la caratteristica interessante di non possedere lo sportello richiudibile.

In questo modo il contenuto del bucalettere non verrà intaccato in alcun modo da nessun agente atmosferico perché protetto dal tettuccio.

Ellen

Questo prodotto appartiene alla stessa famiglia di bucalettere sopracitati, ma è stato realizzato sfruttando una linea più classica e squadrata. Come per il modello Hans, anche questo bucalettere possiede uno sportello richiudibile il quale conferisce quindi al prodotto i medesimi punti di forza.

Alena

Analogamente ai modelli Hans e Art, anche il bucalettere Alena è una variante senza sportello richiudibile del modello Ellen. Mantiene quindi lo stesso stile e taglio, ma può essere utilizzato in contesti differenti a seconda delle esigenze.

 

Finiture personalizzate

Alcuni modelli sono disponibili in pronta consegna rivestiti con finiture predefinite come ad esempio l’ottone lucido verniciato oppure l’ottone cromato satinato. Il materiale utilizzato, oltre ad essere molto duttile e malleabile, è anche resistente e duraturo, nonché molto semplice da pulire.

Nonostante ciò, all’interno del catalogo GRA Rivadossi sono presenti oltre 20 finiture con le quali è possibile personalizzare a proprio piacimento quasi tutta la gamma dei prodotti fornito dall’azienda.

Per un carattere moderno invece sono molto in voga rivestimenti diversi come l’ottone cromo satinato o cromo lucido, materiale capace di donare eleganza all’ambiente.

 

In conclusione

I bucalettere GRA Rivadossi sono a tutti gli effetti componenti d’arredo che conferiscono raffinatezza e armonia ai diversi ambiti di utilizzo sia residenziali, sia commerciali. 

Nello sviluppo tecnologico il concetto della lettera e del bucalettere non è certo scomparso: oggi si parla di notifiche e messaggi di posta elettronica, un parallelo che ci ricollega sempre alle origini.