gra rivadossi - produttori maniglie

Ci sono modi di chiudere le porte molto diversi, ognuno di questi ha la sua storia, tutti con una funzione particolare in base alle necessità della gente. Le caratteristiche uniche di questi prodotti ha fatto sì che prendessero strade molto differenti. Ma c’è un meccanismo che deve essere identificato come uno dei primi metodi per chiudere una porta, perché il sistema su cui si basa rimane da sempre lo stesso e tutt’ora non cambia. Parliamo del catenaccio porta che, in tutte le sue varianti, rimane da sempre basato sullo stesso identico principio.

Vecchi modi di chiudere una porta

Il sistema si basa sul montaggio di due supporti a “U” sistemati ai bordi esterni di due porte, oppure sulla porta e su muro interno adiacente. Una trave generalmente di legno veniva posta a collegare i due supporti e impediva che la porta potesse essere aperta dall’esterno. L’altra opzione era quella di collegare le due parti con una catena invece della trave.

L’evoluzione del catenaccio porta

Con l’avvento delle serrature il catenaccio ha perduto la sua funzione primaria di chiusura della porta, perché non era più considerato abbastanza sicuro. La presenza della chiave nelle sue forme più recenti ha reso la serratura un sistema di sicurezza più efficace. I lucchetti hanno cambiato in parte la situazione, ma si parla solo di magazzini e poco altro.

La funzione attuale di questo prodotto

Nonostante il tempo passi ancora viene utilizzato e lo rendono ancora molto richiesto per molte applicazioni estremamente comuni. Per questo motivo GRA Rivadossi produce e rende disponibile per i propri clienti la sua linea di catenacci per porte in grado soddisfare le loro richieste. Questo è il motivo per il quale ancora oggi un simile oggetto riscuote numerosi consensi perché è facile da montare, riparare e sostituire.

La nuova produzione dei catenacci porta

Oggi un prodotto del genere viene soprattutto scelto per la chiusura temporanea dall’interno di una porta. In alcuni casi, infatti, non è importante o utile chiudere una stanza dall’interno servendosi di una serratura completa. Una scelta del genere inoltre ha un significato anche in termini di sicurezza.

La scelta migliore per servizi igienici

Un classico modo di usare un catenaccio porta è per i servizi igienici all’interno di locali o per gli uffici aperti al pubblico. In queste situazioni non è importante che venga messa a disposizione una porta con una serratura a chiave. Questo perché è possibile che la chiave venga smarrita o rubata. In casi di emergenza è sempre possibile che sia necessario, all’interno di un locale aperto al pubblico, aprire la porta dall’esterno. Quindi è sempre importante poter entrare velocemente.

La linea di esemplari di GRA Rivadossi

La vasta gamma di catenacci porte di GRA Rivadossi risponde al meglio a queste necessità, e ha come valore aggiunto la realizzazione tipica del nostro marchio e la scelta di materiali di prim’ordine. Ogni nostro modello di catenaccio porta è realizzato in ottone, materiale noto per la grande resistenza ed eleganza.

I modelli tra cui scegliere sono ben 5, due con perno, due con catena e uno dalla forma diversa. I modelli dotati di perno sono dotati di due staffe di supporto di forma rettangolare. La staffa più grande con il perno va fissata con le quattro viti a corredo.

I modelli dotati di perno sono in parte diversi. Uno ha una forma molto tradizionale e si adatta a locali come i servizi pubblici. L’altro invece ha una forma più elegante per ambienti più ricercati. I modelli dotati di catena hanno un disegno semplice. Uno ha due anelli alle due estremità, l’altro con un fermo da inserire verticalmente. L’ultimo modello è simile a una serratura, ma senza la chiave.

Accessori per porte con qualità artigianale

GRA Rivadossi anche in questo settore dei catenacci per porte dimostra di essere un’azienda che riesce a lasciare il segno. I suoi prodotti in ottone sono sempre affidabili ed eleganti. La lavorazione in ottone artigianale di ogni modello garantisce la massima qualità.

Il trattamento ABF

Questi elementi vengono a contatto di tante mani diverse e la possibilità di diffusione di batteri è sempre molto alta. Il sistema ABF (Antibacterical Finish) consente una protezione attiva per mantenere l’igiene di questi componenti. Il trattamento di GRA Rivadossi è invisibile e inodore. La sostanza contenuta rilascia ioni d’argento per garantire la rimozione del 99% dei batteri nell’arco delle 24 ore. Il trattamento ABF di GRA Rivadossi aiuta a conservare l’igiene.