“È arrivata la posta”! Le bucalettere a firma Gra-Rivadossi

chiavistello

Per quanto possa sembrare uno strumento ormai datato, la lettera ha sempre avuto un fascino romantico: appunti scritti a mano, dichiarazioni d’amore o di guerra, poesie e scambi epistolari hanno segnato la nostra storia, restituendoci tracce tangibili di personaggi vissuti in altre epoche.

Le cassette della posta e le placche bucalettere sono state spesso protagoniste involontarie anche di film e romanzi, proprio per il fascino nascosto di una lettera: l’attesa, l’apertura della cassetta nella speranza di trovare proprio quel messaggio che può regalare gioia o lasciare pieni di dubbi e delusioni.

 

Le bucalettere nei film

Un film che può annoverare come protagonista una cassetta postale è sicuramente La casa sul lago nel tempo (in lingua originale:The lake house).

Il film narra la particolare storia d’amore tra Kate e Alex: i due non si conoscono, ma entrano in contatto quando Kate si trasferisce a Chicago, lasciando un biglietto nella buca delle lettere della sua vecchia abitazione.

Sul biglietto si trova indicato l’indirizzo della nuova abitazione della donna, in caso di necessità per il futuro inquilino.

Proprio in quella zona Alex, un giovane architetto, sta progettando la costruzione di un condominio, quando attratto dalla casa sul lago di Kate (progettata dal padre di Alex) trova il biglietto: tra i due inizia uno scambio epistolare che li porta a innamorarsi l’uno dell’altra, sebbene non si siano mai incontrati.

Tramite queste lettere, i due scoprono che a separarli non è solamente una distanza geografica, bensì una spazio-temporale: mentre Kate scrive e vive nel 2006, Alex data i suoi messaggi nel 2004.

La cassetta delle lettere diventa realmente la protagonista dei diversi momenti di attesa da parte di entrambi gli amanti, finché Kate non decide di dare appuntamento ad Alex nel 2006.

 

Nella vita quotidiana

Fino all’inizio del nuovo millennio…

“Ricordo che da ragazzino non avevo le chiavi della posta, così cercavo sempre di infilare la mia mano nella buca delle lettere per vedere se mi erano arrivate cartoline dagli amici in vacanza”.

Sembra una storia d’altri tempi, eppure è una testimonianza di una persona di 35 anni: in fondo, fino agli inizi degli anni 2000 non esistevano né la posta elettronica né social ed era ancora del tutto normale lo scambio di lettere e cartoline, proprio come era avvenuto per secoli.

 

… E oggi

Lo sviluppo della comunicazione online ha relegato alla cassetta della posta un ruolo considerato secondario e quasi marginale, ma non per questo meno importante.

Mentre un tempo si attendevano lettere dalle persone a noi vicine o da semisconosciuti “amici di penna”, oggi la velocità di scambio di informazioni ha totalmente subissato la scrittura manuale.

Perciò, sebbene oggi una lettera scritta a mano e spedita possa risultare un gesto talmente raro da essere romantico, la sola attesa che attualmente la maggior parte di noi vive di fronte alla buca delle lettere è quella di bollette, pubblicità, resoconti bancari o multe.

La posta ha quindi perso la sua accezione emotiva, ma ha ancora un importante valore, soprattutto dal punto di vista legale e burocratico.

 

Le bucalettere di Gra Rivadossi

Oltre alla produzione di maniglie, Gra-Rivadossi ha negli anni sviluppato come uno dei suoi prodotti più quotati, numerose soluzioni di placca bucalettere da incasso.

Come per tutte le sue produzioni, l’obiettivo è di produrre accessori in grado di rispondere a una clientela dalle alte esigenze, con articoli di grandissimo valore nell’efficienza e nell’estetica.

Alena

Alena è una bucalettere dalla forma rettangolare e splendente grazie all’ottone di cui è composta. È lunga in totale 335 mm e alta 79 mm, mentre la buca è di 267 mm.

 

Art

La bucalettere Art presenta una forma allungata e chiusa da un semicerchio alle due estremità. Le viti sono in vista e l’altezza misura 79 mm; la lunghezza totale è di 330 mm, mentre quella della buca è di 267 mm.

 

Ellen

Ellen è una bucalettere di Gra-Rivadossi dalla forma rettangolare, con le viti e la buca che risultano coperte. La sua lunghezza totale è di 335 mm, la buca è lunga 267 mm, mentre l’altezza è di 79 mm.

 

Hans

L’ultimo modello di bucalettere che analizziamo oggi si chiama Hans: si tratta di un prodotto la cui forma nasce dalla fusione di un rettangolo e un semicerchio che ne definisce il bordo. La buca e le viti risultano coperte in questo accessorio, che in totale misura 330 mm di lunghezza e 79 mm di altezza.

Gra-Rivadossi ha scelto di mettere a disposizione questi articoli nelle finiture Ottone Lucido Verniciato oppure Ottone Cromato Satinato, ma su richiesta è possibile concordare la realizzazione dei vostri accessori in finiture differenti da quelle proposte.

All’interno del sito potete osservare e apprezzare dal vivo le bucalettere e tutti gli accessori di Gra-Rivadossi.