Chiavistello porta Gra Rivadossi: la sicurezza, con stile!

gra rivadossi - produttori maniglie

Il chiavistello e il catenaccio sono elementi antichissimi per quanto riguarda le porte e i portoni, addirittura antecedenti alle serrature: le prime testimonianze che si hanno dell’utilizzo di questo elemento risalgono addirittura ai tempi degli Antichi Egizi.

Prima che venissero elaborate le chiavi e i primi sistemi di serratura infatti, chiudere una porta era possibile solamente dall’interno, tramite appunto l’utilizzo di grossi catenacci o rudimentali chiavistelli.

Il sistema di funzionamento era piuttosto semplice e molto simile a quello del moderno chiavistello, con una sbarra di metallo o di legno spesso che attraversava solitamente due guide, di cui una fissata sul portone.

Non esisteva un mercato specifico, per cui questi elementi venivano forgiati nelle fucine artigiane esplicitamente su richiesta e non erano certo accessibili a tutti.

 

Chiavi e chiavistelli

L’avvento della chiave rivoluzionò ovviamente il sistema di chiusura delle porte: grazie alla loro capacità di muovere ingranaggi interni, diventarono presto il prodotto principe per quanto riguarda la sicurezza di case e palazzi.

Da allora poche modifiche sono state apportate a porte e chiavi, se non nei materiali che le compongono; tutto ciò finché il design, gli stili moderni, la scoperta di nuove tecnologie e la produzione di massa, hanno poi modificato questo mondo.

Nonostante avesse resistito per millenni, tra la fine del 1800 e gli inizi del 1900, il chiavistello quasi scompare, quasi come fosse una moda passata: per una buona metà del ‘900, infatti, i portoni delle case vengono concepiti senza la presenza di catenacci.

Il catenaccio però è un accessorio tanto semplice quanto efficace, che oltretutto aumenta il grado di sicurezza di una casa: grazie a queste caratteristiche, verso la fine degli anni ‘80 questo elemento viene riscoperto, reso minimale, essenziale e armonizzato con il resto della porta.

Da allora il chiavistello rimane come elemento imprescindibile per chi desidera una porta più sicura e che possa essere chiusa dall’interno senza la necessità delle chiavi.

 

Complementi d’arredo Gra-Rivadossi: i catenacci

I catenacci porte sono tra gli elementi più importanti della collezione Gra-Rivadossi: la sua qualità e resistenza nel tempo, il richiamo all’ottone e le molte finiture disponibili, lo rendono un accessorio non solo efficace, ma anche in grado di sposarsi con il resto dell’arredo.

 

GRA-303

La catenella per porta GRA-303 è lunga 230 mm e poggia su una placchetta di 44 mm x 22 mm; è disponibile con finitura in Ottone Lucido Verniciato.

 

GRA-325

I catenacci porte GRA-325 sono chiavistelli in ottone rifiniti nelle modalità Ottone Cromato Lucido o Lucido Brillantato; sono disponibili in versioni di lunghezza totale variabile dai 50 mm fino ai 150 mm e altezza dai 28 mm ai 40 mm.

 

GRA-327

Questa catenella per porte poggia su due placchette con viti in vista di 22 mm x 44 mm, di cui una presenta un gancio. Lunga 230 mm è disponibile nelle versioni:

  • ottone Cromato Lucido
  • ottone Lucido Brillantato
  • ottone Bronzato

 

GRA-329

I catenacci porte presenti sul sito sotto la catalogazione GRA-329 sono una tipologia di chiavistelli dalla forma davvero particolare, che possono essere rifiniti in quattro modalità: Ottone Lucido Verniciato, Ottone Cromato Lucido, Ottone Bronzato e Ottone Lucido Naturale.

 

GRA-342

Questo catenaccio ha l’asta che attraversa tre diverse placche rettangolari alte 36 mm e lunghe rispettivamente 25 mm, 110 mm (la placca centrale) e nuovamente 25 mm. L’asta del chiavistello è disponibile in cinque diverse lunghezze:

  • da 240 mm
  • da 300 mm
  • da 400 mm
  • da 500 mm
  • da 600 mm

 

GRA-TRA

I chiavistelli GRA-TRA sono catenacci porte caratterizzati dalla forma particolare della placca sulla quale si muove l’asta.

A seconda delle dimensioni dell’asta, variano anche quelle dell’intero chiavistello:

  • nel caso della versione con asta di 200 mm, le due parti separate che compongono la placca sono lunghe 130 mm e 25 mm (l’altezza di entrambe è di 35 mm)
  • nel caso di aste con lunghezza variabile dai 250 mm ai 600 mm (nelle sei versioni presenti sul sito) le due placche, entrambe alte 40 mm, sono lunghe rispettivamente 166 mm e 34 mm

 

GRA-VER

Gli ultimi chiavistelli che analizziamo in questo articolo sono i catenacci porte GRA-VER, disponibili in due modalità di grandezza differente e nelle finiture dell’Ottone Lucido Verniciato, Cromato Satinato e Bronzato.

La versione più piccola ha l’asta del chiavistello lunga 150 mm che attraversa due placche, la maggiore di 130 mm e la minore di 25 mm: entrambe hanno un’altezza di 35 mm.

La versione più grande ha le due placche lunghe 166 mm e 34 mm e alte 40 mm, in grado di accogliere un’asta di 200 mm di lunghezza.

Per vederli e capire quale sia il chiavistello o il catenaccio più adatto alle vostre esigenze, un’accurata descrizione non è comunque abbastanza. Potete ammirare questi e tutti gli altri complementi d’arredo disponibili visitando il sito Gra-Rivadossi